Saggi - Bacone

“Saggi” di Francesco Bacone

Dall’oscurità e dalla luce nasce la speranza

a cura di Vanessa

Francesco Bacone (1561-1626) scrive: “Chi è privo di virtù non può fare a meno d’invidiare la virtù degli altri; perché lo spirito umano è così fatto che s’alimenta o del proprio bene o del male altrui; chi è privo dell’uno si pasce naturalmente dell’altro; e chi non spera di raggiungere mai l’alta virtù del suo prossimo cerca di rendersi a lui uguale, abbassandolo al proprio livello” [Francesco Bacone, Saggi, Francesco De Silvia editore, Torino, 1948, p. 36]

Da queste parole si può percepire il pensiero di questo scrittore, una persona che con i suoi saggi decise di affrontare la realtà della società e della vita umana in tutte le sue sfaccettature. Nel libro, infatti, vi sono saggi che trattano i sentimenti che influenzano la vita umana, e che a loro volta influenzano la società.

Attraverso questi saggi si percepisce l’importanza dell’essere umano e la consapevolezza che egli deve avere di se stesso. Non solo per poter gestire i suoi stati d’animo, ma anche per poter portare un grande cambiamento nella società.

Si può anche percepire quanto, secondo questo scrittore, ogni circostanza della vita e della società sia una grande occasione di crescita. Anche la situazione più difficile contiene speranza. Infatti, egli dice: “La prosperità non va mai disgiunta da turbamenti e paure; e l’avversità non è priva di conforto e speranza.” [ibidem, p. 21]

Anche il presidente Ikeda fu ispirato dalle parole di Bacone espresse in questi saggi, proprio sui temi dell’oscurità umana che influenzano la nostra società. Il presidente Ikeda afferma: “Il filosofo giapponese Kiyoshi Miki (1897-1945), che durante la giovinezza leggevo avidamente, scrisse: «Come diceva Francis Bacon, l’invidia è un attributo del demonio. Infatti essa, scaltramente e approfittando del mantello dell’oscurità, tenta spesso di procurare danno alla virtù». Filosofi del passato e del presente hanno discusso di come l’invidia avveleni le persone e la società. L’invidioso cerca di nuocere agli onesti, insidiando individui esemplari e negando la grandezza degli altri. Per questo, essere bersaglio di invidia è una chiara prova della grandezza di una persona.” [NR 362, 7]

Qualsiasi siano le circostanze che affrontiamo e viviamo, è fondamentale comprendere che ognuna di esse ha un profondo valore e che solo attraverso la fede, lo studio ed il coraggio possiamo trasformare una grande sofferenza o difficoltà in una luce di speranza e vittoria.