Di Andrea Ciccorelli, responsabile nazionale gruppo Giovani Uomini

È un momento di ripartenze, ma è anche un momento in cui avere il giusto senso di responsabilità e cura verso sé stessi e gli altri.

Sono stati mesi difficili. Molti di noi hanno perso i propri cari a causa della pandemia e in tantissimi si trovano in condizioni di lavoro incerte, se non inesistenti. Il confinamento domestico ha prodotto numerose conseguenze complesse, a vari livelli, nella vita di ognuno. Allo stesso tempo, noi abbiamo la fortuna di praticare il Buddismo e rinnovare ogni giorno il nostro coraggio, basandoci «ogni giorno sulla Legge Mistica», così da poter «sperimentare l’eterna condizione vitale del Budda» 1.Daisaku Ikeda, Nuovo Rinascimento 674, 12. In questi mesi, con la campagna 1,2,3, be the light! stiamo approfondendo la nostra pratica quotidiana, fatta di almeno un’ora di Daimoku, venti minuti di studio e 3 incoraggiamenti personali. Tutto questo possiamo farlo adesso, e solo agendo adesso costruiremo quei tesori del cuore che sono eternamente indistruttibili e che ci faranno guardare indietro a questo momento come uno di quelli in cui abbiamo trasformato il veleno in medicina, senza rimpianti, realizzando prove concrete schiaccianti.

Come Soka Gakkai, in tutta Europa e nel mondo, al momento le attività si svolgono solo “a distanza”. Sensei, ci incoraggia a proteggere la vita ad ogni costo, per scoprire che non soccombere alle avversità significa non cadere nella ragnatela delle funzioni demoniache, ma continuare a lottare per kosen rufu insieme ai membri e non cedere a tendenze che portano spaccature nell’organizzazione e nei nostri cuori. Come scrive Sensei nel Nuovo Rinascimento 674, a pagina 12: «Tuttavia, affrontando senza paura / il “demone della malattia”, / possiamo risvegliarci / alla suprema sacralità della nostra vita”. Alimentando la nostra consapevolezza tramite il Daimoku, sforzandoci di essere cittadini responsabili, possiamo sempre avanzare, a partire dal nostro cuore, verso la costruzione di un’unità indistruttibile, in cui ognuno all’interno della famiglia Soka italiana trasformi “la lamentela in preghiera”» 2.Daisaku Ikeda, Le cinque guide eterne, 
Esperia Edizioni 2017, pag. 16 e in cui possiamo crescere come mai prima.

Il 3 luglio del 1945 (settantacinque anni fa) il presidente Toda veniva rilasciato dal carcere di Tokyo. «Il portone di ferro della prigione si era aperto cigolando e dall’interno era apparso un uomo che indossava un kimono estivo di cotone leggero e un paio di occhiali rotondi; aveva il volto scarno e stanco, ma i suoi occhi brillavano di ferma determinazione» 3.Daisaku Ikeda, La Nuova Rivoluzione Umana, Esperia Edizioni, vol. 18, pag. 1. Lo stesso giorno del 1957, veniva arrestato il presidente Ikeda sotto false accuse. Maestro e discepolo sono uniti nel suono del ruggito del leone. Sensei spiega in questo modo il seguente passo della Raccolta degli insegnamenti orali su «emettere il ruggito del leone (giap. sa-shishiku): “il primo shi della parola shishi, o “leone”, [che significa “maestro”], è la Legge meravigliosa che è trasmessa dal maestro. Il secondo shi [che significa “figlio”] è la Legge meravigliosa ricevuta dai discepoli. Il “ruggito” [ku] è il suono del maestro e dei discepoli che recitano all’unisono. Il verbo sa, “emettere” o “ruggire”, va interpretato col significato di dare inizio o fare uno sforzo. Si riferisce al dare inizio a Nam Myoho Renge Kyo nell’Ultimo Giorno della Legge» 4.Raccolta degli insegnamenti orali, Buddismo e società, n. 116, pag. 55. «In breve, significa che la Legge è trasmessa dal maestro al discepolo, e che il maestro e il discepolo recitano insieme e danno inizio alla lotta per kosen rufu» 5.Daisaku Ikeda, La Nuova Rivoluzione Umana, Esperia Edizioni, vol. 18, pag. 37.

Luglio è anche il mese della fondazione dei Gruppi Giovani Uomini e Giovani Donne (11 luglio 1951 e 19 luglio 1951): la nostra rivista, ilvolocontinuo.it, prende il nome da un discorso che fece Sensei in Italia nel 1994, all’Università di Bologna, parlando della figura di Leonardo Da Vinci (si può leggere in Ai miei cari amici italiani, 6.IBISG, 2003, pag. 86). Sbocciando come i giovani “Leonardo” d’Italia, costruiamo le basi solide della fede per una vita felice a partire da questo periodo pieno di sfide, con il cuore gonfio di speranza e la preghiera del ruggito del leone! 

Note   [ + ]

1. Daisaku Ikeda, Nuovo Rinascimento 674, 12
2. Daisaku Ikeda, Le cinque guide eterne, 
Esperia Edizioni 2017, pag. 16
3. Daisaku Ikeda, La Nuova Rivoluzione Umana, Esperia Edizioni, vol. 18, pag. 1
4. Raccolta degli insegnamenti orali, Buddismo e società, n. 116, pag. 55
5. Daisaku Ikeda, La Nuova Rivoluzione Umana, Esperia Edizioni, vol. 18, pag. 37
6. IBISG, 2003, pag. 86