Scarica qui il pdf del Numero #7 / 2018

 

“UN’ILLIMITATA FEDE NEL POTENZIALE DEI GIOVANI”

«È impellente trovare il coraggio di sradicare la minaccia nucleare e l’ambizione di potere e sicurezza di alcuni paesi che si disinteressano della vita e della dignità dei popoli. È necessario e urgente “disarmare la ragione armata”». (NR 630, 18)

Il 6 giugno di quest’anno, Adolfo Pérez Esquivel e Daisaku Ikeda hanno lanciato il loro appello per la pace. Si sono rivolti ai giovani di tutto il mondo. Questo storico appello è partito dal nostro paese, dalla città di Roma e dai cuori del nostro maestro e di un campione dei diritti umani quale Pérez Esquivel, cuori che brillano di una “illimitata fede nel potenziale dei giovani”.
«La smisurata ambizione di potere e ricchezza, che si traduce nell’affanno di ottenere tutto facilmente e rapidamente, è una tendenza preoccupante della società attuale. La sapienza orientale ricorda che tale ottenebramento è provocato da tre impulsi negativi: l’avidità retta da un irreprimibile egoismo, l’odio e la stupidità che ci fanno perdere il giusto cammino della nostra vita e della società». (Ibidem)
I nostri cuori brillanti di speranza possono illuminare gli ambienti e le singole persone con cui ci ritroviamo a condividere il percorso della vita. È quella singola persona, quel singolo dialogo, a fare la differenza. La nostra rivoluzione umana personale, la rivoluzione del nostro stato vitale, apre la strada per la pace. Questo appello ci ricorda la nostra missione.
Siamo in piena sessione estiva! Noi studenti ci lanciamo nello studio con un bel sorriso che deriva dallo stato vitale della pratica buddista. Ci sono momenti in cui magari lo sconforto diventa grande quanto la mole di cose che abbiamo accumulato e che dobbiamo per forza studiare prima o poi, ma il Daimoku è il ruggito del leone che spazza via ogni nube. Ripartendo da ora possiamo tirare fuori la fiducia di compiere il primo passo che apre la strada alla vittoria!
Nichiren Daishonin nel Gosho Il tamburo alla Porta del Tuono scrive: «Quando il re leone ruggisce vedendo i cuccioli minacciati da altre fiere o da uccelli da preda, i cento cuccioli prenderanno coraggio e la testa delle altre fiere e uccelli da preda si romperà in sette pezzi. Il Sutra del Loto è come un re leone che regna su tutti gli altri animali» (RSND, 1, 842).
Con questo insuperabile mezzo abbiamo già vinto.
Come campioni di umanità, avanziamo con sensei nel cuore, istante per istante.
Siamo tutti uniti!

Vai all’ESPERIENZA DI LUGLIO
Vai allo STUDIO DI LUGLIO