Il coraggio della gioventù apre la strada per il futuro

Diventate persone sagge, che non si arrendono di fronte alle avversità
Nella vita ci sono alti e bassi: non dovete diventare egoisti quando le cose vanno bene e neanche abbattervi quando incontrate avversità; non datevi mai per vinti. Allenate la vostra vita costantemente attraverso le attività che vi offre la Soka Gakkai e avanzate insieme ai compagni e alle compagne di fede.
Il maestro Toda diceva sempre: «Chi ha incontrato e superato una grande difficoltà sarà in grado di tirar fuori una forza incredibile».
So che lottate e soffrite, anche se a volte nessuno se ne accorge, ma proprio nel momento in cui state affrontando quella prova così difficile, che sembra abbattervi, proprio in quel momento dovete decidere di non indietreggiare neanche di un passo e di continuare ad andare avanti. Questo tipo di lotta vi permetterà di realizzare una vera crescita personale, facendo sgorgare gioia e benefici dalla vostra vita.
Nel Gosho si legge: «Si verifica sempre qualcosa fuori dal comune all’alzarsi e all’abbassarsi delle maree, al comparire e scomparire della luna, al passaggio dalla primavera all’estate, dall’estate all’autunno e all’inverno. Lo stesso avviene quando una persona comune consegue la Buddità. In quel momento i tre ostacoli e i quattro demoni invariabilmente appariranno; il saggio si rallegrerà, mentre lo stolto indietreggerà» (RSND, 1, 568). Proprio come afferma Nichiren Daishonin, il fatto di essere messi alla prova vi permetterà di ottenere un grande cambiamento. Andiamo avanti con fierezza, secondo l’affermazione del Gosho: «Il saggio si rallegrerà»!

Le parole che vengono dal cuore si trasformano in forza
Sono passati otto anni dal grande terremoto nella regione orientale del Giappone (Tohoku). I giovani del Tohoku hanno incoraggiato e sostenuto i terremotati, realizzando insieme a loro grandi esperienze di rivitalizzazione. Sono diventati una fonte di speranza nelle comunità locali, continuando a illuminare tutto il mondo.
I miei preziosi compagni di fede del Tohoku e io abbiamo sempre dialogato su quanto siamo fieri di poter lottare con entusiasmo, con lo spirito di “adottare l’insegnamento corretto per la pace nel paese” che arde nel cuore. Nel Gosho c’è scritto: «Chi recita anche una sola parola o una frase del Sutra del Loto e ne parla a un’altra persona è l’inviato del Budda Shakyamuni» (RSND, 1, 294).
Instaurare il dialogo richiede coraggio. Quando decidiamo di dialogare, pregando per la felicità degli amici e per la prosperità della società, emerge dalla nostra vita la coraggiosa condizione vitale del Budda, che si allarga intorno a noi come una serie di onde concentriche.
Costruiamo una preziosa terra del Budda, illuminata e prospera, per noi e per gli altri, abbracciando con calore le persone intorno a noi con un comportamento pieno di rispetto e con parole che sgorgano dal cuore.

Daisaku Ikeda – 19 febbraio 2019, dal Soka Shimpo