Le scritture della speranza.
Insieme al Gosho

Costruire le basi di tutta la vita attraverso lo studio
Il maestro e i discepoli Soka avanzano sempre insieme al Gosho.
Se ci penso, ho incontrato per la prima volta il maestro Toda in uno zadankai dove teneva una lezione appassionata sul Rissho ankoku ron (Adottare l’insegnamento corretto per la pace nel paese).
Con l’agosto di questo anno sono passati cinquantacinque anni da quando ho iniziato a studiare la Raccolta degli insegnamenti orali assieme ai rappresentanti del Gruppo studenti.
Nel Gosho c’è scritto: «Le persone imbevute del Sutra del Loto diventeranno immancabilmente Budda» (RSND, 2, 635).
Gli scritti del Gosho che hanno ispirato profondamente il nostro cuore nel periodo della giovinezza diventano la base per la vittoria nella vita e la forza per la creazione della pace.
Leggendo il Gosho nasce il coraggio, scaturisce la saggezza, emerge la speranza.
Allora, alimentiamo di una grande forza vitale la nostra vita attraverso la recitazione di Gongyo e Daimoku, e anche oggi leggiamo il Gosho!

Se parliamo agli altri di ciò che impariamo, questo diventa la nostra forza
Il maestro Toda, citando la Raccolta degli insegnamenti orali, diceva spesso: «“La voce compie il lavoro del Budda”. Non esitate a parlare con gli altri di ciò che avete imparato attraverso il Buddismo. In questo modo lo inciderete ancora di più nella vostra vita».
Procediamo verso l’esame autunnale di Buddismo traboccanti di spirito di ricerca. Raccontiamo tutto ciò che abbiamo imparato e le emozioni che abbiamo provato, sia gli amici che devono sostenere l’esame sia i membri anziani nella fede che li sostengono!
Va bene citare anche un solo passo del Gosho o un termine buddista. Con la voce del coraggio trasmettiamo la saggezza del Budda e la convinzione.
Tutto ciò diventerà assolutamente il nostro “tesoro del cuore” e potremo illuminare vividamente l’oscurità della sofferenza degli amici, divenendo la forza che spazza via le nubi oscure del dubbio.
Lucidiamo “la preziosa spada della filosofia” e prendiamo la parola per confutare l’erroneo e rivelare il vero (haja-kensei) e per l’espansione di kosen-rufu!

Daisaku Ikeda – 16 agosto 2017, dal Soka Shimpo