Cari amici,

l’11 luglio 1951, alla riunione inaugurale della divisione giovani uomini, il presidente Toda affermò: «Kosen-rufu è una missione che devo assolutamente realizzare. Vorrei che ognuno di voi fosse consapevole del proprio nobile ruolo in questa impresa. […]».

Nella lezione sul Gosho Aspirare alla terra del Budda il presidente Ikeda afferma: «Proprio perché la nostra vita è infinitamente preziosa, il modo in cui viviamo ha la massima importanza» e ci esorta a vivere come lui, ardenti del suo stesso spirito: «Quando ero giovane, il mio medico mi disse che probabilmente non sarei arrivato al mio trentesimo compleanno, quindi ho vissuto con l’intensa consapevolezza di quanto limitata potesse essere la mia vita. Questo è il motivo per cui mi impegno con tutte le mie forze ogni giorno per kosen-rufu, mi sforzo al massimo delle mie possibilità deciso a essere un modello per le generazioni future, come un vero discepolo perfettamente unito nello spirito al mio maestro, affinché in qualsiasi momento giunga la fine io non abbia rimpianti».
Vivere così, spiega più avanti, «[…]garantisce uno stato di gioia e soddisfazione supreme».

Come sappiamo la fede non va mai in vacanza, viviamo dunque al massimo il mese estivo di agosto. «Se non agiamo, se lesiniamo i nostri sforzi, non lasceremo niente di significativo dietro di noi. […] non risparmiarsi non significa strafare. Dobbiamo agire con saggezza e prenderci cura della nostra salute in modo da usare la nostra vita per diffondere gli ideali del Buddismo di Nichiren».

Il presidente Ikeda poi prosegue: «Per questo vorrei dire ai giovani: “Vincete nelle vostre sfide quotidiane con coraggio e perseveranza. Il modo per riuscirci è alzarsi in piedi e mettersi in moto per adempiere la vostra missione di diffondere la Legge mistica nel luogo in cui vi trovate proprio adesso. […] Come membri della divisione giovani è importante che promettiate solennemente e fermamente di adempiere il grande voto di kosen-rufu per poi agire di conseguenza per realizzare i vostri ideali. In tal modo condurrete una vita di profondo significato e libera da ogni rimpianto.

Il voto della vostra giovinezza sarà la luce interiore che vi guiderà finché vivrete, perciò non dovete perdere quella luce per nulla al mondo».

Incidiamo nel cuore questa lezione per tutta la vita promettendo al maestro di vincere e lanciamoci in questi 5 mesi che ci aspettano con tutti noi stessi.
Vi auguro di stare bene!