Carissime amiche,

dal 12 settembre al 22 settembre studiamo insieme il Gosho Il vero aspetto di tutti i fenomeni. Di seguito una citazione dal Gosho e dalla Lezione speciale del presidente Ikeda (B&S 163).

[Questa lettera fu scritta da Nichiren Daishonin dall’isola di Sado a Sairen-bo NIchijo nel 1273. Anche Sairen-bo si trovava a Sado. Provenendo dalla scuola Tendai Sairen- bo conosceva la teoria del Vero aspetto di tutti i fenomeni ma, non comprendendolo fino in fondo, aveva chiesto spiegazione a Nichiren Daishonin]

«Questa lezione sarà un po’ diversa dal solito; voglio condividere le mie riflessioni con voi in modo più colloquiale, come se stessimo studiando in un piccolo gruppo. Il passo che vorrei studiare è quello nel quale il Daishonin proclama la grande missione dei Bodhisattva della Terra. […]

«Qualunque cosa accada, mantieni sempre la tua fede come devoto del Sutra del Loto e rimani mio discepolo per il resto della tua vita. Se hai la stessa mente di Nichiren, devi essere un Bodhisattva della Terra, e se sei un Bodhisattva della Terra, non c’e il minimo dubbio che tu sia stato un discepolo del Budda dal remoto passato. Il sutra afferma: “Sin dal lontano, remoto passato ho istruito e convertito questa moltitudine” (SDL, 289). Non devono esserci discriminazioni fra coloro che propagano i cinque caratteri di Myoho-renge-kyo nell’Ultimo giorno della Legge, siano essi uomini o donne: se non fossero Bodhisattva della Terra, non potrebbero recitare il Daimoku. Dapprima solo Nichiren recitò Nam-myoho-renge-kyo, ma poi due, tre, cento lo seguirono, recitando e insegnando agli altri. La propagazione si svilupperà così anche in futuro. Non vuol dire ciò “emergere dalla terra”? Infine, al tempo in cui la Legge si diffonderà ampiamente, l’intero paese del Giappone reciterà Nam-myoho-renge-kyo; questo è certo come una freccia che, puntata verso terra, non può mancare il bersaglio. Ma adesso devi farti una reputazione come devoto del Sutra del Loto e dedicarti a esso» (RSND, 1, 341).

Il Daishonin afferma poi: «Dapprima solo Nichiren recitò Nam-myoho-renge-kyo, ma poi due, tre, cento lo seguirono, recitando e insegnando agli altri. La propagazione si svilupperà cosi anche in futuro». Anche noi stiamo praticando in perfetto accordo con questa formula eterna e immutabile per il progresso di kosen-rufu.
Lo spirito di alzarsi da soli, di prendere l’iniziativa in prima persona, è il nucleo essenziale della SGI. Il mio maestro, il secondo presidente della Soka Gakkai Josei Toda, si appellò così ai giovani: «Giovani, basta che si alzi uno solo di voi! Poi un secondo e un terzo sicuramente lo seguiranno». In molte zone kosen-rufu è cominciato da un singolo individuo e poi si è diffuso a un altro e a un altro ancora; in tutto il mondo i nostri membri hanno dimostrato concretamente che quando un pioniere prende l’iniziativa, “due, tre, cento lo seguiranno”. Grazie a tali sforzi, decisi e tenaci, per condividere il Buddismo con gli altri, abbiamo creato la grande corrente di kosen-rufu che vediamo oggi.
Ma la cosa più importante è che questo spirito pionieristico dei primi tempi del nostro movimento vibri ora nel cuore dei membri della divisione giovani. Ovunque giovani Bodhisattva della Terra stanno prendendo energicamente la guida della propagazione del Buddismo del Daishonin, assumendosi la responsabilità di realizzare kosen-rufu nelle zone in cui vivono. Legami karmici profondissimi uniscono questi giovani, la nostra è davvero un’epoca meravigliosa!
A mio avviso la dichiarazione del Daishonin: «La propagazione si svilupperà così anche in futuro» non è altro che la predizione dell’apparizione dei membri della SGI, che hanno indiscutibilmente dimostrato il principio di “emergere dalla terra”.

[…]

A questo punto vorrei ribadire che la consapevolezza di essere Bodhisattva della Terra è il punto di partenza del nostro movimento. Il comportamento del presidente che fondò la Soka Gakkai, Tsunesaburo Makiguchi, incarnò la pratica dei Bodhisattva della Terra, e il secondo presidente della Soka Gakkai Josei Toda si alzò fra le macerie del Giappone postbellico con la consapevolezza di essere un Bodhisattva della Terra. Grazie ai suoi sforzi basati su questa convinzione, gli insegnamenti del Daishonin cominciarono a pulsare con forza nella nostra organizzazione e in Giappone si aprì un grande sentiero per lo sviluppo di kosen-rufu. Oggi la SGI ha costruito una rete di Bodhisattva della Terra che si estende in tutto il globo».

Buono studio e proseguimento della campagna “Studiate la suprema filosofia della vita”.

 

Scarica il Pieghevole

StudiateLaSupremaFilosofiadellaVita-DownloadPieghevole

Vai all’Esperia Shop

LibroIkedaKayokai